Blue Flower

 

Rispetto alle precedenti versioni, il Pi 3 ha l'enorme vantaggio di supportare l' avvio da USB. Questa novità permette di abbinarlo ad un unità flash o a un disco SSD, migliorandone la reattività.

Per quanto riguarda l'abbinamento a un disco esterno vi sono, però, problemi di stabilità dovuti all' alimentazione; pertanto, se si decidesse di utilizzare un disco esterno, sarà necessario dotarsi di un alimentatore esterno scelto in base alle esigenze.

Tutte le istruzioni per configurare il Pi 3 con boot da USB 3.0 le si trovano cliccando su questo Link. La prima cosa da fare è quella di aggiornare il Firmware del Pi con il file di avvio sperimentale e quindi attivare la modalità avvio USB.

Riavviamo e colleghiamo l' hardware alla porta USB. Riformattiamo sostituendo FAT32 con ext4 di Linux. A questo punto bisogna creare i filesystem di boot e root copiando poi Raspbian.

Rigeneriamo le chiavi host SSH e modifichiamo il file di avvio per fare in modo di trovare l' unita USB. Smontiamo il filesystem e spegnamo il Pi. Fatto questo, bisogna rimuovere la scheda SD e ricollegare l'alimentazione; se tutto è andato a buon fine il nostro Raspi si avvierà da USB.

Si consiglia di utilizzare hardware (pen drive) di alta qualità e velocità.

 

 

73 de IZ7JWR  Enrico